Rassegna Stampa Estera

Agenzia di stampa Kyodo, Giappone: "La Turchia critica le sanzioni applicate contro il Qatar"...

Rassegna Stampa Estera

Agenzia di stampa Kyodo, Giappone: "La Turchia critica le sanzioni applicate contro il Qatar"

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan dicendo che 'non accettano' ha criticato le sanzioni contro il Qatar, da alcuni Stati arabi che hanno annunciato di aver congelato le relazioni diplomatiche il 5 giugno. "Non sarà nessun vantaggioso per tutti i paesi della regione." ha detto Erdogan aggiungendo che la Turchia ha un piano per intraprendere passi intermedi per normalizzare la situazione. Erdogan ha avuto conversazioni telefoniche con i leader di Qatar, Arabia Saudita, Kuwait, Bahrain, Giordania e Libano. Il presidente turco ha sottolineato la necessità di risolvere il problema attraverso il dialogo.

AP, Stati Uniti: "La dichiarazione del primo ministro turco riguardo l’operazione di Al-Raqqa"

Il primo ministro turco Binali Yıldırım, parlando ai deputati del partito AK, ha criticato ancora una volta gli Stati Uniti per condurre l'operazione di Al-Raqqa in Siria, con le Forze democratiche siriane, in cui fa parte anche YPG/PYG, il ramo dell’organizzazione terroristica separatista PKK. "Non è conveniente per la nostra alleanza sostenere gruppi terroristici. Daremo la necessaria risposta immediata se si troveremo in una situazione che rappresenta una minaccia per la nostra sicurezza ad Al-Raqqa o qualsiasi altra area." Ha detto Yildirim

The Times, Regno Unito: "La Turchia ordina il ritorno a casa dei ricercati, tra cui Fetullah Gülen"

La Turchia denazionalizzerà 130 persone se non ritornano al paese per il procedimento penale. Nella lista dei ricercati è anche il leader dell’organizzazione terroristica Fetullahista, Fethullah Gulen, che vive negli Stati Uniti dal 1999. Gulen è il responsabile del tentativo di colpo di stato del 15 luglio. A queste 130 persone c'è stato riconosciuto un periodo di tre mesi per ritornarsi. Queste persone sono ricercati con l'accusa di terrorismo e di commettere crimini contro l'ordine costituzionale.

Agenzia di stampa Fars, Iran: “1% degli studenti in Turchia sono siriani”

In Turchia ci sono circa 17 milioni di studenti nelle scuole primarie e secondarie. Secondo una informazione del ministro dell’Istruzione i 169 mila di loro sono siriani. Mentre il numero di siriani che studiano in centri di apprendimento temporaneo è 294 mila 112. I studenti siriani nei centri di apprendimento temporaneo prendono formazione nella propria lingua e curriculum.


etichetta: AP , The Times

NOTIZIE CORRELATE