Il periodo delle "relazioni comuni" tra Turchia e Russia

La Russia è uno stato con una tradizione diplomatica molto forte...

Il periodo delle "relazioni comuni" tra Turchia e Russia

Il vertice Putin-Erdogan, tenuto il 3 maggio 2017 nella città di Sochi, ha aperto una nuova pagina nelle recenti relazioni turco-russe. Perché nei negoziati; sono stati trattati e raggiunti accordi dall’energia al settore della difesa, dall'agricoltura alla tecnologia spaziale, dalla strategia alla sicurezza, dal turismo alla cultura e in tutte le materie, ad eccezione di alcune questioni minori. Nelle dichiarazioni fatte dopo il vertice, entrambi i leader hanno affermato che è stata completata la normalizzazione nelle relazioni turco-russe e che ora sono al livello di “relazioni comuni”. Tuttavia, per raggiungere questo risultato, sono stati superati periodi problematici e le relazioni tra i due paesi sono stati passati attraverso molte prove difficili. 

Storicamente, si osserva che le relazione tra la Turchia e la Russia sono state sempre fluttuanti. Entrambi i paesi sono stati forti nella profondità storica e geografica della geografia eurasiatica. Uno è un potere globale mentre l'altro è un potere regionale che cerca di essere un potere globale. Una serie di eventi che hanno avuto luogo nel recente periodo sono stati sufficienti per portare le relazioni turco-russe al vertice dell'agenda internazionale. La caduta di un aereo russo di tipo SU-24 sul confine della Siria il 24 novembre 2015 da parte gli aerei turchi causo’ una grave crisi tra i due stati. Poi, nel dicembre del 2016, l'assassinio dell’ambasciatore  russo Andrey Karlov ad Ankara il 19 dicembre 2016 e le successive operazioni militari in Siria, come ‘Scudo dell’Eufrate’ e ‘Scudo del Tigri’, occasionalmente hanno portarono problemi politici e strategici tra i due paesi.

Tuttavia, le sanzioni economiche e politiche attuate sulla Russia a causa della crisi crimine dei paesi dell'UE e gli Stati Uniti, facendo la NATO di ritornare alla sua precedente strategia generale e cercando di assediare inviando soldati e armi a Polonia ed ai Paesi baltici vicino alla Russia, ha portato Mosca a nuove ricerche. Mentre, da un lato la Russia ha assunto la direzione del blocco Eurasia, dall'altro lato ha anche cercato di sviluppare la cooperazione con la Turchia per rafforzare questo blocco. Ankara, esposta a simili pressioni del blocco occidentale e dei paesi dell’UE, non esitato di usare Mosca, già venuta in piedi, per equilibrare Washington e Bruxelles. Per raggiungere questo obiettivo, il presidente turco Erdogan invio’ una lettera di scusa scritta il 27 giugno 2016, per garantire la pace tra Mosca e Ankara. 

Putin e Erdogan si sono riuniti cinque volte fino al vertice che ha avuto luogo il 3 maggio. Questo intenso traffico diplomatico è stato continuato con numerosi incontri tenuti tra i ministri di entrambi i paesi e, oltre a questi, si sono riuniti i capi di Stato. Queste riunioni, che si sono svolte in una vasta gamma di temi come l'economia, la politica estera, le questioni militari, politiche e socio-culturali, non hanno raggiunto il risultato desiderato in tutte le questioni. 

Di conseguenza, la Russia è uno stato con una tradizione diplomatica molto forte. Le relazioni di stati grandi e piccoli stati sono molto sottili ma allo stesso tempo è una forza che utilizza il duro. Perciò, nella politica da seguire contro tale stato, c'è bisogno di un paradigma politico che abbia una funzione multidimensionale seduta sul bilanciamento. Quando l'equilibrio si rompe, la Russia non esita a utilizzare la fantascienza progettata per il proprio vantaggio e contro l’alleato.


etichetta: Turchia , Russia

NOTIZIE CORRELATE