• Video Gallery

Alta tensione Italia-Francia dopo il blitz di Bardonecchia

L'irruzione di agenti francesi nel centro di accoglienza migranti di Bardonecchiasi è ormai diventato una crisi politica.

Alta tensione Italia-Francia dopo il blitz di Bardonecchia

Alta tensione Italia-Francia dopo il blitz di Bardonecchia.

L'irruzione di agenti francesi nel centro di accoglienza migranti di Bardonecchiasi è ormai diventato una crisi politica. Relazioni bilaterali a rischio  anche se la Francia dice che tutto “è legale”. L'ambasciatore francese a Roma, Christian Masset, è stato convocato alla Farnesina in relazione all'episodio di Bardonecchia, ma le sue risposte sono "insoddisfacenti e inesatte"“
 

"Al fine di evitare qualsiasi problemi in futuro, le autorità francesi sono a disposizione di quelle italiane per chiarire il quadro giuridico e operativo nel quale i doganieri francesi possono intervenire sul territorio italiano in conformità ad un accordo del 1990 in condizioni di rispetto della legge e delle persone". Lo ha affermato  un funzionario del ministro dei Conti pubblici francese

Però non sono soddisfatte le autorità italiane.

"Altro che espellere i diplomatici russi, qui bisogna allontanare i diplomatici francesi! Con noi al governo l'Italia rialzerà la testa in Europa, da Macron e Merkel non abbiamo lezioni da prendere, e i nostri confini ce li controlleremo noi", ha commentato Matteo Salvini „ il segretario della Lega.

"Ho voluto ringraziare gli operatori e i volontari del centro di Bardonecchia per l'ottimo lavoro che stanno facendo in un progetto che nasce dalle Istituzioni ed è gestito dal comune di Bardonecchia", ha detto il prefetto di Torino Renato Saccone visitando questa mattina i locali della stazione dell'Alta Val Susa, al confine tra Italia e Francia.



NOTIZIE CORRELATE