Organizzazione terroristica separatista PKK inventa una nuova bugia

Il camion con le foto di due bambini sul cartello elettronico ha fatto il giro per le strade di New York a scopo di propaganda…

pkk new york afrin yalani2.jpg
pkk new york afrin yalani1.jpg

L’organizzazione terroristica separatista PKK ha inventato una nuova bugia.

Ieri, a New York, USA, i sostenitori del PKK per oscurare l'Operazione Ramo d'Olivo delle Forze Armate turche nella città siriana di Afrin, su un furgone pubblicitario con le immagini di un bambino ferito hanno girato per le strade la menzogna "I civili sono in pericolo ad Afrin".

Si è rilevato che l'immagine non apparteneva a nessun bambino ad Afrin, ma era di un bambino ferito ad Aleppo nel 2016.

Il furgone con le foto di due bambini sul cartello elettronico ha fatto il giro per le strade di New York a scopo di propaganda, lanciando una menzogna secondo cui "le truppe turche sono a due chilometri dalla città nel 50esimo giorno della guerra".

Ma la menzogna è stata rivelata immediatamente. La foto è stata scattata dall'agenzia Anadolu ad Aleppo nel luglio 2016, in cui sono due fratelli in fuga dal bombardamento dei caccia russi.

La seconda foto, in contrasto con la propaganda, risale all'11 ottobre 2016, presa subito dopo l'attacco russo ad Aleppo.

I siti dei social network del gruppo terroristico avevano distribuito una foto di due bambini feriti a Ghouta Orientale come se fossero stati feriti ad Afrin.



NOTIZIE CORRELATE